Ispirazione, arte, comunicazione, tecnica, tutorial e molto altro sulla fotografia

Photolog Photomo. Diario fotografico “ameri-ponese”

  
Photolog Photomo. Diario fotografico “ameri-ponese”
170937497_5b6ff895e6Quello che voglio segnalarvi oggi è l’interessante photolog di una ragazza giapponese

che si fa chiamare Photomo.
10 anni fa ha lasciato la sua città Wakayama e si è trasferita in America, a San Diego per la
precisione, dove attualmente lavora come graphic designer.
Mi ha spiegato via e-mail che Flickr non era “famoso” quando anni fa lei ebbe il bisogno di
una sorta di “zibaldone” per archiviare le sue immagini e i suoi esperimenti fotografici.
E fu per questo motivo che pensò di iniziare il progetto del suo photolog.
Pulito, minimal, chiaro ed elegante (lei stessa ha disegnato il tema di WordPress che utilizza,
chiamato “photo-biyori, lo trovate qui), il suo blog per immagini è una continua sorpresa, un
susseguirsi di foto profondamente diverse tra loro ma con un filo conduttore costante:
l’espressività. Le sue foto raccontano i suoi viaggi, le sue giornate, le piccole
percezioni giornaliere che lei stessa vive. Un colore, una forma, una prospettiva… Come lei stessa mi dice
“[...] this is a place to share my visual experiences, a place to exercise to see things differently” -
“è il luogo dove condivido le mie esperienze visive, dove esercitarsi a vedere le cose diversamente”.
Digitale, analogico, toy camera, Polaroid… non si fa mancare nulla e non ci fa mancare nulla.
La potete seguire inoltre anche su Flickr o Twitter; vi raccomando di sottoscrivere, come ho fatto io molto tempo fa,
l’Rss del suo photolog.
Aprire la posta e trovare fra le notizie una sua foto al giorno mi fa sorridere. E non costa nulla !

Quello che voglio segnalarvi oggi è l’interessante photolog di una ragazza giapponese che si fa chiamare Tomo (il suo vero nome è Tomoko).
Dieci anni fa ha lasciato la sua città Wakayama e si è trasferita in America, a San Diego per la precisione, dove attualmente lavora come graphic designer.

Nello stesso periodo intraprese un viaggio in Asia di 5 mesi, durante il quale prese vita la sua passione per la fotografia, anche se fu solamente nel 2003 che iniziò il suo progetto di Photolog, in occasione della prima macchina fotografica compatta digitale.

Mi ha spiegato via e-mail che Flickr non era ancora “famoso” in quel periodo, quando lei ebbe voglia di una sorta di “zibaldone” per archiviare le sue immagini e i suoi esperimenti fotografici. E fu per questo motivo che pensò di iniziare il progetto del suo photolog.

Pulito, minimal, chiaro ed elegante (lei stessa ha disegnato il tema di WordPress che utilizza, chiamato “photo-biyori“), il suo blog per immagini è una continua sorpresa, un susseguirsi di foto profondamente diverse tra loro ma con un filo conduttore costante: l’espressività. Le sue foto raccontano i suoi viaggi, le sue giornate, le piccole percezioni giornaliere che lei in prima persona vive.   Un colore, una forma, una prospettiva… Come lei stessa mi dice ”[...] this is a place to share my visual experiences, a place to exercise to see things differently” - ”è il luogo dove condivido le mie esperienze visive, dove esercitarsi a vedere le cose diversamente“.

Digitale, analogico, toy camera, Polaroid… non si fa mancare nulla e non ci fa mancare nulla. La potete seguire inoltre anche su Flickr o Twitter; vi raccomando di sottoscrivere, come ho fatto io molto tempo fa, l’Rss del suo photolog. Aprire la posta e trovare fra le notizie una sua foto al giorno mi fa sorridere, oltre che regalarmi tante idee per le mie prossime foto. E non costa nulla !

Foto Credits: Tomo


Tags: , , , , , , , , , ,

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading ... Loading ...

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>